alessandro

scattolini

“isolation

“ISOLATION

Location: Siberia

“Isolation” è un progetto a lungo termine che vuole indagare il senso stretto della parola Isola attraverso uno sguardo fotografico sull’isola di ol’chon situata in Siberia.

Il ghiaccio è l’elemento sacro di questo progetto, è fondamentale sia per l’isola che per i suoi abitanti: crea un ponte naturale per circa due mesi l’anno che permette il transito di mezzi pesanti, collegando gli abitanti al mondo esterno in modo rapido e veloce.

Così il ghiaccio, invece di dividere, unisce le due realtà cambiando le abitudini e gli stili di vita.

Fondamentale per gli abitanti è creare, nell’isola, momenti di svago che lasciano scorgere una sorta di ammirazione verso il mondo esterno. Le loro case sono calde, accoglienti e ricche di vissuto, in contrasto con il clima freddo e ostile.

La loro pelle assorbe tutto ciò che li circonda ricordando talvolta il ghiaccio, talvolta gli oggetti del quotidiano. I giorni sono pieni di cose semplici, esse sono la chiave di una vita serena. Il tempo viene scandito con lentezza ed ognuno ha il giusto modo per dedicarsi a ciò che ama, ricreando tra le mura domestiche il teatro, un’altalena o costruendo la propria abitazione con orgoglio e dedizione.

Centro del progetto sono momenti quotidiani, uniti a situazioni dell’assurdo per il mondo occidentale o cosiddetto tale.

Nell’isola di Olkhon tutto è immaginazione e niente che non sia stato prima immaginato può accadere.

ABOUT ALESSANDRO SCATTOLINI

Alessandro Scattolini nasce a Loreto nel 1991.

Ha studiato fotografia presso la Scuola Romana di fotografia e post-produzione presso lo studio interno grigio. Interessato da sempre alle nuove soluzioni digitali ha seguito negli anni numerosi corsi di post- produzione.

Nel 2012 realizza il suo primo libro, Il treno, riguardo tre diverse favelas di Rio di Janeiro. Attualmente ha auto-prodotto quattro libri: “ Hardcore scenes”, “War memories”, “Feel and Lauder” e “Isolation” Conclude anche la serie “About trees”, una ricerca personale sugli alberi e sulla fotografia con la quale vince la menzione d’onore al Prix de la photographie di Parigi, il secondo post al Portfolio italia Citta di Nettuno e molte pubblicazioni su testate nazionali, tra le quali reflex. Nel 2013 si trasferisce a Londra dove conosce e collabora con diversi fotografi come assistente e post- produttore, dalla moda al reportage. Attualmente vive e lavora nelle marche dove è fondatore di Alessandro Scattolini Studio, un studio polivalente di fotografia. Tra il 2016 ed il 2017 parte per la Siberia dove realizza “Isolation” con il quale riceve il premio Ghergo per “Miglior Giovane Talento 2016/17”.