ELISA

MODESTI

“ISOLA(TO)

Location: Varie

Isola Maggiore, Lago Trasimeno, 15 abitanti. Immaginiamo di essere lontani dagli schemi che regolano la società moderna, lontano dalle influenze delle tecnologie digitali dove al centro di tutto sta l’individuo. Il suolo diventa un condominio, i confini sono mura e gli abitanti inquilini. Individui complessi, uomini liberi e dalle ideologie radicate, singoli che nonostante la convivenza forzata non sempre costituiscono una società, un organo ben strutturato. Siamo in un’isola, mondo completo e indipendente, nel quale la miniaturizzazione rende più visibili, e quindi meglio trattabili, le relazioni e i processi. Un concetto dell’abitare in stretto contatto con il territorio, visto come una necessità. Individui in cerca di attenzione, in cerca di una risoluzione della solitudine, agognata e pericolosa allo stesso tempo. La malinconia che scava i loro volti e la chiusura che li contraddistingue. Il macrocaos di un microcosmo.

ABOUT ELISA MODESTO

Laureata in Economia e Commercio all’Università degli Studi di Siena, affianca al rigore della carriera commerciale un percorso di ricerca artistica che si concentra sull’indagine della figura umana nelle sue più svariate forme: dal reportage sociale, passando per lifestyle, sino ad arrivare alle collaborazioni con Festival e associazioni culturali che la portano a contatto con il mondo degli eventi. Realizza progetti presentati in numerose sedi espositive di Arezzo, Cortona e Firenze con un solo filo conduttore: le persone con le loro fragilità, le sfaccettature più celate e profonde. Dopo un corso di foto progettazione a Firenze, approda al Master in Fotografia allo IED di Milano, grazie al quale entra a contatto con professionisti che la portano a sognare in grande ed approfondire nuovi stimoli. Da qui nasce il reportage durato due anni: Isola(to), una ricerca sull’identità territoriale e le dinamiche della micro società.