JEAN-MARC CAIMI & VALENTINA PICCINNI

“THIS LAND IS MY LAND”

“THIS LAND IS MY LAND”

LOCATION: PUGLIA (IT)

Nella Penisola Salentina negli ultimi sette anni la Xylella Fastidiosa ha causato il Complesso del Disseccamento Rapido dell’Olivo, un’epidemia vegetale che uccide gli alberi. La Xylella è un patogeno batterico, trasmesso da insetti vettori della famiglia delle cicale che si nutrono dello xilema, con un meccanismo simile a quello che causa la diffusione della malaria tra gli umani. Il cambiamento climatico e l’uso di pesticidi sono stati identificati come alcuni dei fattori responsabili dell’indebolimento della risposta naturale degli alberi, permettendo la massiccia espansione dell’epidemia. Secondo Italia Olivicola, 50.000 ettari di terreno sono ormai desertificati, 4 milioni di piante sono colpite dal parassita in un’area in cui 22 milioni di alberi sono a rischio. L’origine dell’epidemia non è certa e non è stata ancora trovata una soluzione per fermarla, nonostante gli sforzi congiunti di scienziati e agricoltori. Gli agronomi stanno conducendo ricerche per trovare una varietà di olivo resistente alla Xylella e gli esperimenti di innesto con olivastri selvatici autoctoni sembrano dare risultati promettenti. Tuttavia, la Xylella non smette di diffondersi. Migliaia di agricoltori hanno perso il lavoro di una vita in meno di due anni. La malattia ha causato il crollo dell’intera economia agricola, con ripercussioni devastanti sul paesaggio, sulla vita quotidiana della popolazione e su un patrimonio umano e culturale unico.

ABOUT JEAN-MARC CAIMI & VALENTINA PICCINNI

Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni sono un duo di fotografi che collabora dal 2013 specializzandosi in storie contemporanee. Il loro lavoro è regolarmente pubblicato nella stampa e nei media, The Guardian, Die Zeit, L’Espresso, Le Monde e molti altri. Il loro coinvolgimento personale e l’approccio senza filtri alla fotografia documentaria, con un focus sulle storie umane, ha fatto sì che il loro lavoro sia stato riconosciuto a livello internazionale. Hanno ricevuto diversi premi come il Sony World Photography Award nella categoria “Discovery”, il Gomma Grant per il miglior lavoro documentario in B&N, il PHmuseum Grant e molti altri. Sei dei loro progetti sono stati pubblicati come libri. Questi includono una trilogia sulle città in transizione che comprende Napoli, Roma e Istanbul. Hanno esposto in diversi festival e gallerie tra cui la Biennale Für Aktuelle Fotografie (Mannheim), Lumix Festival (Hannover), Phest (Italy).